martedì 19 giugno 2012

RECENSIONE: La ricamatrice di segreti diKate Alcott

Quando ero un pò più piccola hanno sempre cercato - in tutti i modi - di costringermi a vedere Titanic ma io mi sono sempre rifiutata. Forse perchè le storie d'amore non mi interessavano, forse perchè ero veramente una piccola idiota ma ora la storia del Titanic è una di quelle vicende che suscita in me un grande interesse (e si, alla fine l'ho visto il film u.ù). Quindi non potevo farmi scappare La ricamatrice di segreti di Kate Alcott.

Titolo: La ricamatrice di segreti
Titolo originaleThe dressmaker
Autore: Kate Alcott
Data di uscita: 15 Marzo 2012
Editore: Tre60
Pagine: 384
Prezzo€ 9,90
Oceano Atlantico, 14 Aprile 1912. E' stata una bugia il biglietto che ha permesso a Tess di salire sulla nave più lussuosa del mondo, diretta in America: stanca di passare le giornate a cucire per pochi spiccioli e dotata di uno straordinario talento come ricamatrice, la ragazza ha trovato il coraggio di avvicinare Lady Lucille Duff Gordon e, mentendo sulla propria identità e sul proprio passato, ha convinto la celebre stilista ad assumerla come cameriera personale. Adesso, davanti a lei, si apre un mondo che sembra uscito da una fiaba: saloni maestosi, tavole imbadite, cabine sfarzose e, soprattutto, sontuosi abiti di velluto cangiante, pizzi raffinati, sete pregiate... Eppure in quei pochi giorni di viaggio, non sono soltanto la magnificenza e la ricchezza a stupire Tess; ben più sconvolgenti, infatti, sono gli sguardi e le parole di Jim, l'umile mozzo che ha fatto breccia nel suo cuore. Proprio come, di li a poco, un iceberg farà breccia nell'"inaffondabile" Titanic... New York, 18 Aprile 1912. Giunti negli Stati Uniti, i sopravvissuti al naufragio del Titanic vengono accolti come eroi. Presto, però, l'ombra del sospetto oscura proprio la stella di Lady Duff Gordon, accusata da un giornale scandalistico di aver corrotto gli ufficiali di bordo pur di salire su una delle poche scialuppe di salvataggio. E, quando scoprirà chi è la fonte di quella notizia, Tess sarà costretta a una nuova scelta drammatica...

My rolling thought


La storia ruota attorno a Tess, una giovane ragazza di campagna che sogna una vita fatta di abiti eleganti, pizzi e merletti, e non di polvere e letti da rifare in casa della sua padrona, in cui viene constantemente sfruttata e violentata. Così un giorno decide di partire, di scappare dal suo paese di origine e di imbarcarsi sul Titanic, che la condurrà verso la vita che ha sempre sognato. Grazie al suo carisma e al suo carattere determinato e testardo, la ragazza riuscirà a farsi assumere come cameriera personale dall'altezzosa stilista Lady Lucile Duff Gordon, suo mito da sempre e stilista più in voga a quei tempi. Sulla nave Tess, tra cene spettacolari e tazze rovesciate, farà la conoscenza di Jim, un umile mozzo, e di Jack, un imprenditore in affari con l'industria automobilistica Ford. Ma la sciagura è dietro l'angolo e ben presto i passeggieri del Titanic dovranno affrontare una prova che mai nessuno si sarebbe aspettato...
Arrivati a New York, i passeggeri sopravvissuti devono fare i conti con una terribile violenza psicologica fatta di processi e di interrogatori, che non solo li porterà a rivivere qugli ultimi e terribili istanti sulla nave, ma anche a fare i conti il proprio io interiore, per comprendere se poteva essere stato fatto dell'altro per salvare delle povere vite innocenti.


Il romanzo non gode di molti colpi di scena (essendo i fatti noti a tutti) ma nonostante questo è una lettura godibile e scorrevole, è un libro che si lascia leggere facilmente anche grazie al frequante cambio di punti di vista.
Sebbene i personaggi secondari siano tutti più o meno stereotopizzati (il giovane mozzo bello e abbronzato, l'affascinante uomo di mezza età, la stilista acida e altezzosa, la promettente giornalista) sono tutti caratterizzati molto bene.
Le scene che si svolgono sul Titanic sono davvero pochissime e la maggior parte del romanzo si incentra in particolare sui processi che si sono svolti in seguito a New York, poichè l'intento principale dell'autrice non è quello di raccontarci una storia d'amore alla Rose&Jack, ma piuttosto a quante persone si è disposti a corrompere pur di uscire indenni da uno scandalo.
Seguiremo Tess rincorrere il suo sogno in tutti i modi, in un mondo che non le appartiene, ma grazie all'aiuto di una folta schiera di personaggi riuscirà a farsi strada e a perseguire il suo obiettivo, restando sempre se stessa e non cedendo a compromessi. Leggeremo i sui dibattiti interi su cosa sia più giusto fare e chi sia più giusto amare, perchè ne La ricamatrice di segreti c'è spazio anche per il romanticismo.

2 commenti:

  1. A casa non ho abbastanza concentrazione per leggerlo. Ma me lo porto al mare, quindi lo leggerò sicuramente! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora aspetto una tua recensione. (;

      Elimina

thank u.
i love reading your rolling thoughts.♡