martedì 20 novembre 2012

RECENSIONE: Across the universe di Beth Revis

Review time! Oggi una nuova recensione di un libro che aspettavo da tantissimo tempo di poter leggere, complice la cover meravigliosa e la trama intrigante e coinvolgente. Voi partireste a bordo della Godspeed? Io sinceramente non lo so, dopo aver letto il libro ho qualche perplessità!


Titolo: Across the universe
Titolo originale: Across the universe
Autore: Beth Revis
Data di uscita: 9 Ottobre 2012
Editore: Piemme Freeway
Pagine: 414
Prezzo€ 17,00
L'amore vero vince qualsiasi cosa. Anche la più pericolosa delle bugie... Amy è una passeggera ibernata sulla navicella spaziale Godspeed. Ha lasciato il suo ragazzo e gli amici sulla Terra ed è partita con i genitori: si risveglieranno dopo trecento anni su un nuovo pianeta da colonizzare, Centauri. Ma qualcosa è andato storto: qualcuno ha cercato di ucciderla, risvegliandola dal suo sonno protetto. E così Amy si ritrova a dover passare senza la sua famiglia ancora cinquant'anni sull'enorme navicella spaziale, in balia di sconosciuti tra cui si nasconde un assassino che vuole scongelare tutti gli scienziati a bordo, compresi i suoi genitori. L'unico che sembra dalla sua parte è Elder, un ragazzo che presto diventerà il capo della navicella spaziale, e che per quanto sia potentemente attratto dalla sua singolare bellezza, cerca di proteggerla dal resto della comunità e dallo strapotere di Eldest, il capo. Ma Amy può davvero fidarsi di Elder? E quello che prova per lui la aiuterà, o sarà solo un ostacolo alla sua sopravvivenza sulla Godspeed?


My rolling thought
E finalmente le vedo, le stelle, vere stelle, milioni di puntini luminosi come lustrini gettati in aria da un bambino. E, ora che le ho viste, non potrò mai più essere ingannato da semplici lampadine. Queste stelle, quelle vere, sono la cosa più bella che abbia mai visto. Sono loro che mi fanno credere che c'è un mondo fuori da questa nave. E per un breve istante invidio il signor William Robertson, numero 100, che sta galleggiando in un mare di stelle.
Amy ha 17 anni e nonostante la sua giovane età si trova a dover affrontare una scelta molto importante e difficile per la sua vita: ibernarsi e partire insieme ai suoi genitori alla volta dell'universo e di un nuovo pianeta da colonizzare, oppure rimanere con gli zii e proseguire con la vita di sempre con i suoi amici e il suo ragazzo. Molti sono i dubbi che affollano la mente della ragazza, ma nonostante tutto decide di farsi congelare e partire a bordo della Godspeed. Inaspettatamente però Amy si ritroverà a svegliarsi prima della scadenza dei 300 anni, rischiando quasi di annegare se non fosse per il tempestivo aiuto di Elder, il futuro comandante della nave. Elder sa da sempre di dover essere il prossimo leader della Godspeed e di essere colui che farà atterare i passeggeri su Terra-Centuari, la loro nuova casa, e per questo motivo da circa tre anni viene addestrato da Eldest, l'attuale leader. Ma molte sono le cose che Eldest tiene nascoste ad Elder, come ad esempio le vere cause di una misteriosa Epidemia avvenuta molto tempo prima che dimezzò l'equipaggio, le cause della morte dell'Elder prima di lui e di alcuni piani della nave di cui ignorava l'esistenza. Ma dopo il risveglio di Amy, Elder dovrà fare i conti anche con un misterioso killer che sta scongelando le persone ibernate lasciandole affogare nel liquido in cui sono state tenute in vita. Chi sarà mai questo misterioso killer, e quali le vere intenzioni che si nascondono dietro questi omicidi apparentemente sensa senso?

Sul mio corpo ho due diverse stelle tatuate. Mi sono sempre piaciute le stelle, alzare lo sguardo al cielo di notte e perdermi in quell'infinità di puntini luminosi e splendenti. E' come se mi trasmettessero un senso di pace, serenità e tranquillità. Sono una persona perennemente con la testa tra le nuvole, non solo nel senso metaforico della frase. Credo che di questi tempi più nessuno guardi il cielo, che più nessuno alzi più lo sguardo e provi l'emozione di contemplare la vastità e l'immensità di quello che c'è sopra le nostre teste. C'è tutto un'altro mondo al di sopra di noi, e non ce ne rendiamo conto. Io però non voglio perdermelo, e per questo motivo quando ritorno a casa la sera alzo lo sguardo e mi stupisco dello spettacolo che la natura ha da offrirmi.
Ma le stelle portano anche un messaggio di speranza. Speranza per i passeggeri della Godspeed, questa sorta di nave intergalattica, che da Terra-Sol li porterà su Terra-Centauri attraverso l'universo.
Protagonisti e voci narranti di questa nuova serie sono due ragazzi: Amy ed Elder. Attraverso l'alternarsi delle loro voci è come se ci trovassimo anche noi sulla nave e condividessimo questo viaggio con altri più o meno fortunati passeggeri, a seconda del punto di vista. Amy ed Elder sono due personaggi caratterizzati molto bene: lei forte e coraggiosa, e lui testardo e determinato. Ma nessuno è riuscito a catturare la mia attenzione come ha fatto un altro personaggio, la cui storia, molto dolce ma molto triste allo stesso tempo, mi ha commossa tantissimo ed è culminata nel modo più inaspettato possibile, ma che gli ha reso pienamente giustizia. Sto parlando di Harley, migliore amico di Elder, pittore e semi-recluso nell'Ospedale della Godspeed in quanto dichiarato non sano di mente. Ma Harley semplicemente soffre per la perdita di una persona molto importante per lui e le stelle, come in parte la pittura, saranno la sua unica via di fuga attraverso le sconfinate distese di ferro e di metallo di cui è fatta la nave.
Riuscireste mai ad immaginare la vostra vita sotto un finto cielo? L'alba semplicemente non esiste, il sole è rimpiazzato da una grande palla di fuoco che si spegne per creare l'illusione della notte, e la pioggia non è altro che acqua che scende giù da alcune bocchette poste sul "soffitto". La Revis è stata molto brava e abile nella descrizione della nave, nel trasmettermi tutte queste sensazioni claustrofobiche e di impotenza verso qualcosa che non si può cambiare. Mi sentirei anch'io come Amy all'inizio: turbata, disperata e sola, consapevole che nel momento dell'atterraggio i suoi genitori saranno più giovani di lei. L'unica soluzione è correre, come fa Amy. Ma correre dove? O per fuggire da chi? Come spesso le chiedono gli altri passegeri della nave. Amy inoltre non ha altri amici che Elder ed Harley. Tutti gli altri appaiono come svuotati, come dei burattini, dei fantocci. E solo coloro etichettati come non sani di mente sembrano essere gli unici da cui aspettarsi qualcosa. Le persone "normali" si comportano in modo assurdo, mentre le persone "non sane" sono le uniche depositarie di segreti e di sensibilità.
E poi c'è l'intreccio: questo misterioso killer (che poi tanto misterioso non lo è) che agisce in modo imprevedibile e senza alcuna vera ragione. I segreti che Eldest nasconde, ma che verranno rivelati pagina per pagina, e le sue teorie sulle quali basare e fondare una nuova società, che (almeno a me) hanno fatto innervosire parecchio. E il rapporto tra Elder ed Amy (già prevedo che finiranno insieme) che non è immediato, ma molto lento e graduale.
Infine, come in ogni altra science-fiction non possono mancare elementi futuristici o tecnologicamente evoluti: ricevitori installati nell'orecchio e particolari computer extra-sottili e "flosci" (per usare il termine che c'è nel libro che però non mi piace granchè) che riconoscono le impronte digitali.
Se siete curiosi di sapere se la Godspeed riuscirà ad arrivare su Terra-Centuari non vi resta altro che intraprendere questa avventura. ^_____-

11 commenti:

  1. L'ho ADORATO! Ottimo lavoro, come sempre ;)

    RispondiElimina
  2. l'ho iniziato proprio ieri e sono a pagina 50, da quel poco che ho letto devo dire che preferisco un mondo imperfetto piuttosto che affrontare il viaggio verso l'ignoto! mi piacciono i due diversi POV e non vedo l'ora di proseguire nella lettura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, anch'io. Le descrizioni della Godspeed mi hanno fatta diventare claustrofobica, molto probabilmente impazzirei se dovessi mai intraprendere un viaggio del genere. ^^"

      Elimina
  3. Questo libro mi attira soprattutto per la copertina che per la storia in sé ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, è magnifica. *-*
      Hai visto la cover di A million suns? E' bellissima anche quella!

      Elimina
    2. Sìììììììììììììì!!!!!
      Stupenda *_____________*

      Elimina
  4. è in wishlist!! spero di leggerlo presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero ti piaccia una volta letto. (;

      Elimina
  5. IO ancora non sono riuscito a leggerlo!! :(
    mi attira tantissimo, per la cover e per la trama!sono sicura che mi piacerà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piace il genere non potrai non amarlo. ^^
      A me è piaciuto molto e sono curiosa di sapere se la Godspeed riuscirà ad atterare!

      Elimina

Grazie! Risponderò presto al tuo commento. (◠﹏◠✿)