venerdì 7 giugno 2013

RECENSIONE: Princess di Lauren Kate

Mmm... negli ultimi giorni ho combattuto contro me stessa perchè non sapevo se lasciarvi o meno la recensione di questo libro. Da una parte non volevo, non ero - e non sono - del tutto convinta perchè vorrei parlarvi di altri libri più belli e più meritevoli di questo, ma dall'altra mi sento comunque in dovere di scrivervi due righe per capire, se lo avete letto, se vi è piaciuto e cosa vi è piaciuto.
Eccovi quindi una piccola recensione per Princess di Lauren Kate.


Titolo: Princess
Titolo originale: The betrayal of Natalie Hargrove
Autore: Lauren Kate
Editore: Rizzoli
Date di uscita: 26 Ottobre 2011
Pagine: 229
Prezzo: € 5.90
Natalie Hargrove ha tutto quello che una ragazza può desiderare: è bellissima, intelligente, ambiziosa, ha un fidanzato ricco che l'adora - Mike - e vive dalla parte giusta della città. C'è solo una cosa che ancora le manca: il titolo di Principessa della Palmetto High School. Per ottenerlo è disposta a tutto. E ora che lei e Mike, dopo pazienti e subdole manovre, sono a un passo dalla vittoria, nulla deve mettere a rischio la loro incoronazione. Tanto meno Justin Balmer - la cui semplice vista risveglia in Nat ricordi sgraditi e brucianti - e le sue mire allo scettro di Principe della scuola. Ma forse è venuto il momento per l'affascinante e misterioso Justin di saldare i suoi conti in sospeso con Nat. E quale occasione più adatta di una festa ad alto tasso alcolico per mettere in scena la vendetta a lungo attesa? Peccato che qualcosa, nei piani di Natalie, vada storto: quello che doveva essere uno scherzo ai danni del bulletto della scuola assume tutt'a un tratto i contorni della tragedia. Il mondo di Natalie crolla pezzo dopo pezzo, sfuggendo irrimediabilmente alle sue manie di controllo, e i suoi effimeri sogni di gloria di ragazza viziata si trasformano in una questione di vita o di morte.

My rolling thought
Niente può farti più male di ciò che desideri con tutta te stessa.
Natalie Hargrove è la ragazza più bella, popolare, intelligente e temuta della scuola, non ha paura di nulla ed ha un ragazzo invidiabile, il più bello e ricco tra tutti gli studenti. Natalie ha tutto ciò che vuole e sa anche come ottenerlo. La sua attenzione è rivolta principalmente al titolo di Principessa della scuola e per farsi eleggere è disposta a compiere qualsasi tipo di azione. Il suo desiderio è talmente grande e potente non solo da comprare voti dai suoi compagni di scuola, ma anche da a mettere a rischio la vita di J.B., un suo compagno di scuola che ha macchiato il suo passato e potenziale candidato al titolo di Principe della Palmetto High. Natalie non vuole che J.B. venga eletto in alcun modo; al suo fianco vede Matt, vuole Matt, a tutti i costi. Quando Natalie, una sera, trova J.B. svenuto per strada dopo una festa, decide di fargli uno scherzo, ma ciò che non avrebbe mai immaginato è di ritrovare, il mattino seguente, il corpo di J.B. senza vita.

Leggere questo libro è stata un'avventura assurda- in senso negativo, si. A mia discolpa posso dire che mi sono ritrovata questo libro tra le mani perchè mi mancavano giusto giusto 2€ per avere le spese di spedizioni gratis. Non sono nuova a Lauren Kate, di suo ho già letto i primi due volumi della saga Fallen - Fallen e Torment - (questo mi ricorda che devo ancora leggere gli ultimi due) e, sebbene abbia scritto nelle primissime recensioni del blog che erano riusciti in qualche modo a catturarmi, ora, con il senno di poi e con alle spalle molte altre letture, ho cambiato opinione. Non sto dicendo che rinnego totalmente il mio pensiero di un anno e mezzo fa, ma nel frattempo ho conosciuto molti altri autori e letto tanti altri libri che mi sono entrati nel cuore facendo precipitare così Lauren Kate verso gli ultimi posti della mia classifica personale.
Princess è il suo romanzo d'esordio e su di me non ha fatto presa, semplicemente non mi è piaciuto, perchè non ha sortito in me alcun tipo di reazione, positiva o negativa che sia. Il tema centrale attorno il quale gira tutta la storia è chiaro fin da subito ed è senza dubbio originale: quello che Lauren Kate vuole fare è raccontarci cosa succede quando un desiderio si trasforma in ossessione e cosa siamo disposti a fare pur di ottenere ciò che vogliamo. Seppur il tema che vi ho appena enunciato mi piaccia tantissimo e adori avere a che fare con personaggi controversi e "deviati", come ho già detto prima, l'assenza di una reazione, di una risposta, da parte mia alla fine del libro non è da non tenere in considerazione.
Natalie è sicuramente un personaggio fuori dai canoni convenzionali, più o meno apprezzabile se si è alla ricerca di qualcosa di nuovo (sempre entro certi limiti). Ecco, io sono sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo ma lei non mi è piaciuta. Natalie non è nè la solita ragazzina timorosa e spaventata nè la ragazza bella che non sa di esserlo ma che comunque riesce ad avere una vita sociale soddisfacente... no, Natalie è la ragazza più bella e popolare della scuola, sa quello che vuole e sa anche come ottenerlo. Vuole il titolo di Principessa della Palmetto High School e si abbasserà al livello più basso della comprensione umana pur di ottenerlo. Fin qui la sua caratterizzazione potrebbe anche piacermi, ma è il modo in cui è stato costruito il suo personaggio che non mi ha convinto appieno. Lauren Kate ha giocato con i sogni di un'adolescente in modo duro e ossessivo, raccontando cosa cela nel proprio essere una ragazza come tante, ovvero un desiderio preciso e logorante che la porterà all'epilogo più terribile. Ma non ho ben capito se Lauren Kate abbia voluto renderci in qualche modo Natalie più simpatica o comunque farci provare un qualche sentimento di comprensione attraverso il racconto del suo passato e della sua famiglia (formata esclusivamente da lei e sua madre). Io non l'ho provato. E gli adulti in questo libro non sono da meno della protagonista: spronano Natalie e Mike - il suo fidanzato - in ogni modo possibile per il raggiungimento del successo, del punto più alto della piramide sociale, e sono anche talmente superficiali, pieni di sè e troppo occupati a badare alle loro vite che non si rendono conto di quello che combinano i loro figli. Nessuno pensa "ehi, ho fatto una cavolata tremenda, cerco di rimediare assumendomi le mie responsabilità", a nessuno viene in mente "fammi parlare con mia figlia, fammi capire cosa c'è che non va; cerco di non pensare cinque minuti a me stessa e cerco di instaurare un rapporto con lei". Sono tutti assorbiti da loro stessi e nel dare un senso alle proprie esistenze da dimenticarsi di tutto il resto. Nel finale non mi è venuto da chiedermi "Natalie, cosa ne è stato davvero di te?!". Niente. Encefalogramma piatto. Avanti il prossimo.
Lo stile di scrittura di Lauren Kate poi non invoglia certo la lettura: banale e scontato, privo di personalità.
C'è qualcosa in questo in libro che non mi convince, non mi attira a sè, non mi chiama. Forse parliamo due lingue diverse.

★ ☆ ☆ ☆ ☆
Yuck. >.<

Recensione senza capo ne coda, me ne rendo conto.

10 commenti:

  1. Già dalla trama non mi attirava molto, ma adesso ne ho la conferma!! preferisco dare la precedenza ad altri libri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente si, leggi altro... questo qui lascialo in libreria. é_é

      Elimina
  2. Io della saga di Fallen li ho letti tutti tranne l'ultimo... li ho sempre trovati carini, ma niente di che...
    Questo non penso proprio lo leggerò XD tra la trama e la tua recensione... ispirazione zero XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me i primi due della serie Fallen erano piaciuti abbastanza (non alla follia, ma li ho trovati comunque carini), e il terzo mi incuriosisce per via del racconto delle altre vite di Luce... ma Princess è proprio pessimo. O almeno io l'ho trovato pessimo. è.é

      Elimina
  3. Come non essere d'accordo?Ho preso questo libro poco dopo la sua uscita ed è stato sicuramente una delle peggiori letture del 2011!La serie di Fallen l'avevo trovata carina ma Princess è stato davvero orribile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Personalmente non sono il tipo da stroncare un libro in questo modo ma... Princess è assurdo, non ne ho potuto fare a meno. e_e Non c'è stato nulla che mi sia realmente piaciuto, un personaggio, un pensiero... niente di niente. Rimango piuttosto fredda e indifferente nei confronti di questo titolo.

      Elimina
  4. Di Lauren Kate non ho letto niente e credo che continuerò su questa strada, finora non ho letto molte opinioni positive sui suoi lavori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno ti giudicherà per questo... Lauren Kate è meglio lasciarla in libreria!
      Anche se l'ultimo suo libro uscito, Teardrop... non so, ha una trama carina. :/

      Elimina
  5. Volevo prenderlo in biblioteca qualche mese fa perché mi era capitato tra le mani, ma poi ho lasciato perdere perché tra la Kate e me non c'è un buon feeling...ho letto "Fallen" quando era appena uscito (attirata dalla cover, lo ammetto, ma anche dalla trama che prevedeva una maledizione molto intrigante) e ne rimasi tanto delusa e un bel po' annoiata, quindi sono restia a leggere altro dell'autrice perché il suo stile non fa proprio per me...però mi hai incuriosita con questo "Yuck" ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmm... io ti consiglio di non perderci tempo. :/ Ci sono tantissimi altri libri bellissimi che meritano di essere letti!

      Elimina

thank u.
i love reading your rolling thoughts.♡