giovedì 15 agosto 2013

RECENSIONE: Scarlet di Marissa Meyer

Buon 15 Agosto a tutti voi. :3 Di solito non faccio questo tipo di auguri - di solito non sono proprio la persona che fa gli auguri alle feste perchè... beh, perchè mi annoio sempre - ma comunque ve li faccio! Aw, 15 Agosto... questo significa che l'estate sta per finire e io ne sono super felicissima. *-* Sono il tipo che ama l'autunno, il caldo non lo sopporto.
BTW,come promesso, ecco qui la recensione di Scarlet. Sono stata super-brava a rispettare la mia tabella di marcia, e spero che in un attimo di pausa vi soffermiate a leggerla e a scabiare qualche parere con me. :3

Attenzione! Possibili spoiler per chi non ha letto Cinder. Non ne sono sicura ma è sempre meglio avvisare, qualcosa potrebbe essermi scappato.

Titolo: Scarlet
Titolo originaleScarlet
Autore: Marissa Meyer
Editore: Mondadori Chrysalide
Data di uscita: 30 Aprile 2013
Pagine: 427
Prezzo: € 17.00
Anno 126, Terza Era. Androidi e umani popolano le strade di Nuova Pechino, sotto lo sguardo implacabile degli abitanti della Luna. Cinder, giovane cyborg e legittima erede al trono lunare, evade dalla prigione in cui è stata rinchiusa per partire alla volta di Parigi, alla ricerca della donna che in passato l'ha nascosta dalla malvagia Regina Levana. Il suo destino si intreccia a quello di Scarlet, giovane contadina francese costretta ad abbandonare la sua fattoria per ritrovare la nonna, scomparsa senza lasciare traccia. Insieme, con l'aiuto dell'ambiguo Wolf, esperto di combattimenti clandestini, e dell'affascinante cadetto Carswell Thorne, Scarlet e Cinder scopriranno di dover combattere un nemico comune: la Regina Levana, pronta a scatenare la guerra per indurre il principe Kai a sposarla e affermare la supremazia dei Lunari sulla Terra. Vigilata da una luna ostile e minacciosa, Scarlet, moderna Cappuccetto Rosso, dovrà attraversare una città insidiosa come il profondo del bosco, e scoprire se dietro il conturbante Wolf si nasconde un alleato... o un predatore.


My rolling thought
Il brusio della notte si interruppe. Scarlet aveva già sentito dei lupi selvatici prima, che battevano le campagne alla ricerca di qualche facile preda nelle fattorie. Ma mai l'ululato di un lupo l'aveva fatta rabbrividire in quel modo.
Dopo aver scoperto la sua vera identità, Cinder ora è stata fatta prigioniera nel carcere di Nuova Pechino. Grazie ad un prezioso aiuto, la giovane cyborg riesce a fuggire dalla sua cella ma durante la fuga si imbatte in quella di Carswell Thorne, un cadetto prigioniero, che si unisce a lei verso la strada della libertà. Portando su di sè il peso di mille accuse e pregiudizi e con alle calcagna la Regina Levana, Cinder è pronta ad affrontare la verità su se stessa e sul suo passato, recandosi quindi nel luogo in cui vive la donna che l'ha protetta e accudita quando era una bambina, ma di cui non ha più memoria. Scarlet vive in una piccola campagna di provincia della Francia insieme alla sua adorata nonnina, coltivando verdura e occupandosi degli animali della fattoria. L'anziana donna però è scomparsa settimane prima, senza lasciare nessuna traccia, e la polizia ha subito archiviato il caso. Ma Scarlet non si arrende e, dopo essersi imbattuta in Wolf durante uno dei suoi giri di consegne, decide di partire con lui per andare a ritrovare sua nonna.

Dopo aver finito di leggere Cinder mi sono buttata immediatamente su Scarlet con l'entusiasmo e la consapevolezza di ritrovarmi al cospetto del retelling di Cappuccetto Rosso, una delle fiabe che più adoro e adoravo da bambina. Scarlet mi è piaciuto un pizzico di più di Cinder, questo perchè mi sono sentita nella storia fin da subito e quei piccoli muri che avevo incontrato nel precedente romanzo sono stati in parte abbattuti. Ancora una volta la Meyer conserva i tratti caratteristici di questa fiaba mescolandoli a quelli elaborati dalla sua sconfinata fantasia, ma devo confessare però che in seguito alla lettura della trama ho pensato se ti chiami Wolf e vai in giro con Cappucceto Rosso, con me, parti già svantaggiato. Come in Cinder, infatti, in questo secondo romanzo non manca una certa dose di prevedibilità, ma è comunque una storia godibile e la trama è costruita molto bene.
Ho adorato Scarlet fin da subito: lei è fiammante, impulsiva, passionale e decisa così come i suoi ribelli e ricci capelli rossi e la sua immancabile felpa - anch'essa rossa - diventata il suo segno distintivo. E' cresciuta con la nonna, una donna vista da tutto il paese come una vecchietta eccentrica e a tratti anche un pò matta, ma che ha trasmesso tutta la sua saggezza e la sua individualità alla nipotina, inculcandole i valori in cui più credeva. Scarlet è unica, e così come è unica lei è anche l'unica a difendere Cinder dalle battutacce, dalle accuse e dai pregiudizi dei suoi vicini, che la additano come mostro ogni volta che vengono trasmesse le immagini della giovane al ballo del principe Kai. Scarlet è una protagonista adorabile, intelligente e forte, e mi è piaciuta più di Cinder. Purtroppo anche in questo secondo volume ho visto Cinder un pò opaca, la Meyer non riesce ancora a farla brillare come dovrebbe e come si merita, ma nonostante tutto riesce facilmente a dimostrare la sua forza e tutta la sua intelligenza, tenendo duro e combattendo al massimo delle sue capacità. Durante i loro rispettivi viaggi, queste due fantastiche eroine non sono sole, ma sono accompagnete rispettivamente da Wolf e da Carswell Thorne. Wolf si presenta fin da subito enigmatico e oscuro, misterioso, ma in fondo anche timido ed insicuro; è un lottatore clandestino e Scarlet si imbatte in lui durante uno dei suoi turni di consegne. La loro storia mi ha fatto battere il cuore - nonostante ancora una volta sia tutto molto prevedibile - ma ogni tanto anch'io mi lascio andare davanti a queste semplici situazioni. Thorne invece è fatto di tutt'altra pasta, è il simpatico di turno, che con le sue battute e con le sue uscite fuori dal mondo allentano la tensione e smorzano un pò il ritmo della storia. E' il più aperto dei quattro, ma nonostante il suo carattere sempre allegro e aperto non passa certamente come il tonto della situazione. Oh, e poi come dimenticare Iko, la nostra cara e adorata Iko?! Sotto un'altra forma - ma non quella che ha sempre desiderato - continuerà a camminare al fianco di Cinder, accompagnandola solo come un'amica fedele sa fare.
Kai viene un pò lasciato in disparte - scelta comprensibile dal momento che il punto di vista si alterna già tra Cinder e Scarlet - ma le scene narrate dal suo punto di vista comunque non mancano; la Regina Levana rimane la regina altezzosa e insopportabile pronta a dichiarare guerra alla Terra che già abbiamo imparato a conoscere in precedenza. Ancora una volta comunque, tutti gli altri personaggi ideati dalla Meyer si fanno amare/odiare immediatamente e si fanno tutti apprezzare nelle loro caratteristiche.
Ho detto che i piccoli muri che avevo incontrato in Cinder sono stati in parte abbattuti in questo secondo romanzo. Nonostante si avverta ancora la mancaza del modo in cui si è arrivati a questo particolare futuro, questa volta mi sono ritrovata immediatamente coinvolta nella storia, non ho dovuto faticare come avevo già fatto in precedenza per capire i meccanismi e i dettagli futuristici che caratterizzano il mondo di Cinder e Scarlet perchè ormai mi erano diventati più o meno familiari e facilmente gestibili.
Anche la Meyer questa volta arricchisce la sua storia inserendo dettagli e descrizioni precise, senza mai però scadere nell'eccesivo, riuscendo a creare delle belle immagini in cui far muovere tutti i protagosti e portare avanti la storia. Questo con il suo stile semplice e scorrevole, adatto al tipo di storia che ci vuole raccontare, rende la lettura del suo romanzo una bellissima esperienza.
Ora mi serve solo quell'altro pizzico in più, quel salto di qualità che spero di trovare in Cress, per farmi finalmente e completamente adorare e amare alla follia questa serie. Sono speranzosa in Rapunzel... e in un eventuale Flynn. :3

★ ★ ★ ★ ½ 
Awesome! :D

6 commenti:

  1. Ho da poco cominciato Cinder e mi sta piacendo molto, non vedo l'ora di leggere anche Scarlet! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti piaceranno tutti e due, questa serie è davvero molto bella. :3

      Elimina
  2. Troppo troppo bello :) Non vedo l'ora di leggere Cress!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh anch'io non vedo l'ora di poter leggere Cress, sono in fibrillazione *O* lo voglio lo voglio lo voglio!!! >.<

      Elimina
  3. il primo non mi aveva pienamente convinto, ho visto troppe rassomiglianze con storie già note, vedremo con il secondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? o.o Io non ho notato nessuna somiglianza con altri libri, trovo le idee della Meyer originali e molto carine! Forse ci sono - sicuramente! - ma ora non mi viene niente in mente nulla. :/ Tu hai in mente qualche titolo in particolare?

      Elimina

thank u.
i love reading your rolling thoughts.♡