giovedì 5 settembre 2013

CHI BEN COMINCIA... #7: Unravel Me di Tahereh Mafi

Ogni giovedì che devo pubblicare questa rubrica sono sempre felice. Non so... mi piace un sacco. :D Mi diverte scegliere un libro e trascriverne/tradurne le prime righe per voi; ci penso tutta la settimana fino a quando poi mi viene il colpo di genio *ehm ehm* e ridacchio tra me e me. v.v Anche questa settimana vi propongo una traduzione, spero che vi piaccia la mia scelta. :3 Non ci sono spoiler importanti per chi non ha ancora letto il primo volume di questa serie, solo paragrafi un pò sibillini.


Chi ben comincia... è una rubrica ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri e consiste in poche, semplici regole:

• Prendere un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
• Copiare le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
• Scrivere titolo e autore per chi fosse interessato
• Aspettare i commenti




Unravel Me di Tahereh Mafi

Capitolo 1

Il mondo potrebbe essere illuminato da un sole come un occhio di bue oggi. La grande palla gialla potrebbe spargersi tra le nuvole, liquida e come tuorlo e sfuocata nel cielo più blu, luminosa di fredda speranza e false promesse su tenere memorie, vere famiglie, ricche colazioni, pile di frittelle insaporite in sciroppo d'acero adagiate su un piatto in un mondo che nemmeno esiste.
O forse no.
Forse è scuro e bagnato oggi, il vento fischia così forte che punge la pelle delle giunture di uomini adulti. Forse sta nevicando, forse sta piovendo, non lo so forse sta gelando sta grandinando è un uragano che scivola in un tornado e la terra sta tremando per creare stanze per i nostri errori.
Non ne avrei nessuna idea.
Non ho nessuna finestra. Non ho una visuale. Il mio sangue è a milioni di gradi al di sotto dello zero e sono sepolta a 50 piedi sotto terra in una stanza per le esercitazioni che poi è diventata la mia seconda casa. Ogni giorno fisso queste 4 mura e ricordo a me stessa che non sono una prigioniera ma a volte le vecchie paure attraversano come un lampo la mia pelle e sembro di non essere capace a liberarmi dalla presa claustrofobica che stringe la mia gola.
Ho fatto così tante promesse quando sono arrivata qui.
Ora non ne sono così sicura. Ora sono preoccupata. Ora la mia mente è una traditrice perchè i miei pensieri strisciano fuori dal letto ogni mattina con occhi guizzanti e palmi sudati e risatine nervose che si posano sul mio petto, costruiscono sul mio petto, minacciano di scoppiare attraverso il mio petto, e la pressione si intensifica si intensifica si intensifica.
La vita qui intorno non è quella che mi sono aspettata che fosse.

• • 

Credo di starvi abituando fin troppo bene con questa rubrica, non è vero?! Naah, mi fa super-piacere. :3 Nel tradurre ci ho preso un pò la mano, non mi sono limitata ad un breve estratto, perchè volevo sapere il perchè di queste parole. Ma poi mi sono fermata... in un punto un pò cattivello, però. Mi ha lasciata con un grande punto interrogativo avendo già letto Schegge di me e sapendo come è finito. Perchè Juliette, perchè dici questo? D: Ma per il momento non voglio proseguire, lascerò che il dubbio mi spelli viva assieme a voi - che bella immagine da condividere con altre persone, Veronica, ma da dove ti vengono certe cose?
Ho scelto di tradurvi le prime righe di Unravel Me perchè la settimana scorsa vi ho tradotto la trama e lasciato il link della petizione di Juliette, e siccome nel frattempo mi sono un pochino incuriosita, ho letto le prime righe dell'ebook che possiedo e che ho vinto ad un giveaway sempre di Juliette. Poi però ho pensato anche a tutti voi che forse non avete la possibilità di leggerlo, e siccome sono tanto buona come pane&nutella mi sono messa a tradurre. Il motivo principale per cui mi sono messa a leggere però è che sono davvero tentata di prendere il libro in lingua, complici i tempi biblici della Rizzoli e le splendide copertine, ma volevo prima "tastare il terreno". Quello che mi riferma è principalmente lo stile dell'autrice, come ho scritto anche nell'altro post, che è molto bello e ricco e metaforico. Con queste prime righe mi è andata abbastanza bene, quindi non saprei proprio. Sono tentata ma ho anche un pò paura di perdermi. X3
BTW, non perdiamoci tra i miei dilemmi linguistici e torniamo ad Unravel Me: cosa ne pensate di questo incipit? Vi siete fatti qualche idea di cosa potrebbe essere successo?
Purtroppo non mi sono imbattuta in cancellature nè in discorsi troppo da Juliette è pazza pazza pazza, mi sarebbe piaciuto tradurveli!

11 commenti:

  1. Devo ancora leggere Shatter me (mannaggia a me u.u) ma non vedo l'ora di farlo, sono curiosissima di conoscere questa serie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo leggilo, e poi facci sapere. :3

      Elimina
  2. Oddiooo che magnifico regalo mi hai fatto con questo incipit!
    Adoro schegge di me e sto aspettando il seguito :( in italiano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figurati, sono contenta che ti sia piaciuto questo incipit. ^_^
      Spero anch'io che arrivi presto il seguito, mi piace tanto questa serie. ):

      Elimina
  3. Anche io come Frannie devo ancora leggere Schegge di me e mi maledico per questo. Non vedo l'ora di poterlo leggere sinceramente perché mi ispira un sacco e sono curiosissima *w*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora dico anche a te di leggerlo, a me è piaciuto tantissimo. :3 La svolta finale non me l'aspettavo proprio e per questo desidero leggere il seguito al più presto. u.u

      Elimina
  4. Voglio tantissimo leggere questa trilogia *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi andare anche con calma, tanto del seguito non si vede nemmeno l'ombra LOL
      Schegge di me l'ho trovato bellissimo. *_*

      Elimina
  5. Risposte
    1. Anche a me piace molto, Alessia ha avuto un'idea davvero carina e geniale! ^_^

      Elimina
  6. Diciamo che Schegge di me non mi è piaciuto come speravo!
    Bel incipit però! :)

    RispondiElimina

thank u.
i love reading your rolling thoughts.♡