mercoledì 16 ottobre 2013

RECENSIONE: Insurgent di Veronica Roth

Buon-quasi-pranzo a tutti. :3
Cosa mi raccontate di bello? Io sono felicissima. Questa mattina all'Università abbiamo fatto un piccolo test per verificare il nostro livello di inglese e io sono risultata proprio al limite tra upper intermediate e advanced. Di solito quando faccio questi test mi faccio prendere dall'ansia, ma questa volta sono stata bravissima, ho riflettuto ed ho fatto tutto con calma. Sono talmente contenta e orgogliosa del mio risultato che potrei mettermi a urlare dalla finestra!!
Non appena tornata a casa, mi sono messa a scrivere questa recensione per sfruttare tutto questo entusiasmo ed ora ve la lascio. E' spoiler-free state tranquilli, però vi consiglio di non leggere il mio riassunto della trama in ogni caso. Giusto l'altro ieri ho ricevuto la copertina originale dalla Casa Editrice e non vedo l'ora di poter tornare a casa per vederla in tutto il suo splendore. *^*

Titolo: Insurgent
Titolo originale: Insurgent
Autore: Veronica Roth
Editore: DeAgostini
Data di uscita: 30 Maggio 2013
Pagine: 525
Prezzo: € 14.90
Una scelta può cambiare il destino di una persona... o annientarlo del tutto. Ma qualsiasi essa sia, le conseguenze vanno affrontate. Mentre il mondo attorno a lei sta crollando, Tris cerca disperatamente di salvare tutti quelli che ama e se stessa, e di venire a patti con il dolore e la perdita dei suoi genitori e con l'orrore per quello che è stata costretta a fare. La sua iniziazione avrebbe dovuto concludersi con una cerimonia per celebrare il proprio ingresso nella fazione degli Intrepidi, ma invece di festeggiare la ragazza si è ritrovata coinvolta in un conflitto più grande di lei... Ora che la guerra fra le fazioni incombe e segreti inconfessabili riemergono dal passato, Tris deve decidere da che parte stare e abbracciare completamente il suo lato divergente, anche se questo potrebbe costarle più di quanto sia pronta a sacrificare.


My rolling thought
INSORTA. Sostantivo. Persona che agisce contro l'autorità stabilita, ma senza necessariamente ricorrere alla violenza.
Gli Intrepidi sono ormai divisi a metà: una parte ha dato la propria fiducia agli Eruditi, l'altra si è alleata con gli Abneganti e le altre fazioni per contrastare i piani dei primi. Tris e Quattro sono sempre insieme, e insieme si spostano dal quartier generale dei Pacifici, a quello dei Candidi ed infine a quello degli Abneganti, superando prove difficilissime e rivelando agli altri una parte di se stessi che tenevano nascosta. Dopo la morte di Will, Tris non riesce più a prendere in mano un'arma, non riesce a superare totalmente la morte dei suoi genitori e cerca di vendicarli in ogni modo possibile, anche mettendo a repentaglio la sua stessa vita. Nel frattempo gli Eruditi, al cui comando vi è Jeanine, hanno messo a punto un nuovo e potente siero che riesce a controllare le menti dei Divergenti, che si rivelano essere molti di più di quelli che tutti credevano...

Ricordate che avevo una paura tremenda di leggere Chaos e che, per farlo, mi sono dovuta preparare psicologicamente? Bene. Per Insurgent non l'ho fatto ed ho fatto male, è stato devastante. Insurgent è IL libro che ti fa esclamare OH-MY-GOD ad ogni singola pagina e Veronica Roth si è rivelata L'autrice più sadica e masochista in cui io mi sia mai imbattuta. Non fidatevi di quel suo sorriso simpatico e allegro, proprio no!, sarà impossibile non urlare alla fine WHY VERONICA, WHY??? e non desiderare di buttare il libro fuori dalla finestra per tutti i colpi e gli infarti che fa prendere.
Dopo Divergent, mi aspettavo grandi cose in Insurgent e sono stata accontentata. Mi è piaciuto proprio tanto, anche se piaciuto mi sembra un termine un pò riduttivo... l'ho amato? adorato? venerato?, ed ho divorato cinquecentoventicinque pagine in soli due giorni. Questa donna è fantastica, riesce a coinvolgere ogni singola parte del corpo - mente-occhi-cervello-cuore-mani-voce - nella lettura e a canalizzare tutta l'attenzione su ciò che ha scritto. Semplicemente perchè lei sa scrivere, sa cosa significano le parole e sa come utilizzarle per colpire direttamente al cuore e alla sensibilità di ognuno. E' impossibile non fermarsi un secondo e riflettere su quanto si è appena letto. Forse alcuni concetti non ci riescono subito, forse ci vuole solo un pò più di tempo, ma alla fine riescono ad infestare lo stesso la mente.
In Insurgent succedono tantissime cose. Il libro ha un ritmo frenetico e coinvolgente che però non intreccia la mente, tutto è ben strutturato, curato ed ha un suo perchè. Gli episodi e le scene d'azione sono descritte magnificamente, la tensione è palpabile, avvertiamo la paura, l'ansia, il dubbio e l'incertezza, e viene spontaneo, ad un certo punto, domandarsi se tutti riusciranno a sopravvivere. Ebbeno no, molti non ci riusciranno e lasceranno per sempre la scena, ma credo che questi siano sacrifici necessari altrimenti Insurgent non sarebbe mai stato Insurgent, ma solo un libro come tanti altri in cui alla fine, tutti i personaggi in un modo o nell'altro, vivono felici e contenti.
Tutti i personaggi si fanno più interessanti, la Roth si prende dei piccoli spazi per approfondirne un pò di più la psicologia, per farceli conoscere meglio, e sono tantissime le cose che ancora non sappiamo di loro. Caleb, Jeanine, Uriah, Eric e Lynn sono quelli che spiccano di più fra tutti: alcuni li ho adorati tantissimo e più di prima (coff Uriah coff), altri mi sono caduti talmente in basso che ancora non mi capacito del perchè si sono comportati in questo modo.
Ancora una volta la nostra voce narrante e Tris, camminiamo affianco a lei e sondiamo i suoi pensieri. Con lei la Roth fa un salto di qualità, andiamo ancora più in profondità nel suo personaggio di quanto già abbiamo fatto in Divergent e, anche se moltissime volte non riusciamo a comprendere il perchè delle sue azioni, non mi sento di giudicarla in nessun modo perchè penso sia più o meno giustificabile agire come lei per tutto quello che ha vissuto e sta vivendo. Quattro, oh Quattro!, vorrei tanto sapere cosa ti passa per quella testa (per fortuna, in Allegiant lo sapremo). Lui l'ho trovato un pò più "tranquillo" rispetto al solito, ma le sue scenate sono impagabili, davvero. La cosa che più apprezzo di loro due, e di conseguenza di Veronica Roth, è che non si lasciano andare in smancerie eccessive: loro stanno insieme, sì, e il modo in cui lo fanno mi piace tantissimo perchè altrimenti non crederei loro, mi sembrerebbe solo un qualcosa di troppo forzato... Insurgent che non è Insurgent, ancora una volta.
Un'altra cosa che ho apprezzato tantissimo è la cura che la Roth ha avuto nel creare il suo mondo distopico e nel concepire le fazioni. Già in Divergent abbiamo avuto modo di averne un piccolo assaggio ma in Insurgent ampliamo la conoscenza delle fazioni. Ognuna di esse si contraddistingue dall'altra per mezzo di caratteristiche che le rendono uniche, come ad esempio l'utilizzo dei colori, ma veniamo resi partecipi anche del modo in cui vive chi ne fa parte e i segreti che la fazione nasconde.
Il finale ha azzerato la mia mente, le ultime frasi hanno completamente bloccato il mio cervello e solo dopo tanto tempo il meccanismo che fa girare le mie rotelle si è rimesso in funzione. Volevo urlare-urlare-urlare, solo urlare! Ma si può concludere un libro in questo modo??? Aaaaah.
Con Insurgent, Divergent è entrata di diritto a far parte delle mie serie preferite, così come Veronica Roth. Ha scelto una via difficile e ha preso delle decisioni che possono facilmente ritorcersi contro di lei, ma mi ha già dimostrato la sua grandezza e non ho alcun dubbio su di lei. Evita tutto ciò che è semplice e sa mettersi in discussione, ed è apprezzabile il fatto che lo faccia.
Cinque stelline non sono sufficienti questa volta, ma non posso inventarmi altre votazioni assurde! Sappiate solo che Insurgent se ne merita una cascata infinita.

★ ★ ★ ★ ★
Wonderful. *^*

Il mio dilemma più grande ora è: prendere o non prendere Allegiant in lingua? Sono in crisi: ho bisogno di leggere Allegiant, di conoscere anche i pensieri di Quattro e sapere cosa cavolo ha combinato la Roth, ma non voglio arrivare all'ultima pagina e salutare tutto e tutti prima del tempo. Voi cosa farete?

11 commenti:

  1. Che bella recensione!
    Io non ce la faccio ad aspettare, devo leggerlo subito, non vedo l'ora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. :D
      Haha, ti capisco alla perfezione >.< sono curiosa di scoprire se riuscirò a resistere o se cederò anch'io all'acquisto!

      Elimina
  2. Io sto aspettando che esca in Italia, non mi ispira l'idea di leggere due libri in italiano e l'ultimo in lingua! Cioè, o li leggo dall'inizio in lingua o continuo in italiano, altrimenti magari mi ci mettono qualche nome tradotto o cose strane e faccio confusione haha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo capisco anche te, ma io avrei preso anche l'edizione italiana (sì, sono pazza) ha ha ha (me la rido anche da sola!!).
      L'unico nome tradotto è quello di Quattro, che in realtà è Four. ((;

      Elimina
  3. mi vergogno a dirti che questo libro riposa sul mio scaffale da Luglio ed ancora non ho trovato uno spazzietto per lui, forse ho troppo paura di quello che potrebbe succedere e per questo ancora tentenno, mi nascondo dietro la scusa di voler prima rileggere divergent! aspetto, lo guardo e prima o poi riuscirò a leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente NO Lara, tu DEVI leggere Insurgent... e devi farlo anche subito.
      Devo venire sotto a casa tua col megafono in piena notte a urlartelo?! é_________è

      Elimina
    2. fatto e adesso ho paura di leggere Allegiant!!!!

      Elimina
  4. Io devo ancora leggere Divergent.. e non vedo l'ora sinceramente!
    Bellissima recensione.. traspare tutto il tuo entusiasmo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aw, ma grazie *_____* la lettura di Insurgent è stata distruttiva e sono contenta di essere riuscita a far trasparire un pò di quello che ho provato!
      Ti consiglio di recuperarlo immediatamente se ti piacciono i distopici. Non puoi non leggere Divergent!

      Elimina
  5. Bello bello, non vedo l'ora che esca l'ultimo. E' una tortura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio problema è che ora ho l'ebook: lo leggo o non lo leggo? Che faccio???
      c________________c

      Elimina

thank u.
i love reading your rolling thoughts.♡