venerdì 23 maggio 2014

RECENSIONE: L'estate nei tuoi occhi di Jenny Han

Buon pomeriggio, guys :)
Sono due giorni che metto da parte i miei doveri, ma ho finalmente rimesso le mani sul piccì *^* è sano e salvo, tanto che ho quasi paura ad usarlo LOL in questi due giorni ho fatto diverse cosine, come rimetterlo in ordine e passare certe canzoni sull'iphone che, hallelujah, ora posso sentire dove voglio. *i'm excited*
Proprio in questo momento, ho finito di scrivere la recensioni de L'estate nei tuoi occhi. HOPE YOU LIKE IT!

L’estate nei tuoi occhi
The summer I turned pretty di Jenny Han

Editore: Piemme Freeway (6 Maggio 2014)
Pagine: 306
Prezzo: € 12.90
Belly misura il tempo in estati. Tutto ciò che di bello e magico è successo nella sua vita, è successo fra giugno e agosto. L’inverno è solo il periodo che la divide dalla prossima estate, dalla casa sulla spiaggia e da Susannah che, oltre a essere la migliore amica di sua mamma, è anche la madre di Jeremiah e Conrad. Loro sono gli amici con i quali è cresciuta: uno è il ragazzo su cui contare, l’altro è quello che ti fa battere il cuore. Questa estate però sarà un’estate speciale, perché sta per accadere quello che Belly sogna da sempre, e che sembrava non sarebbe mai accaduto...



My rolling thought
Sono le imperfezioni a rendere belle le cose.
L’estate è la stagione preferita di Belly: significa sole, mare, divertimento, ma anche Conrad, Jeremiah e Susannah, ovvero la famiglia Fisher. Ancor prima di nascere, infatti, Belly e la sua famiglia hanno trascorso le loro estati nella grande casa al mare dei loro amici, condividendo momenti felici e indimenticabili. Con il tempo, però, le cose sono cambiate: i genitori di Belly hanno divorziato, suo fratello maggiore, Conrad e Jeremiah (tutti più grandi di lei) hanno iniziato a metterla in disparte, a prenderla in giro considerandola la bambina di casa… e in lei ha iniziato a fare capolino un sentimento ben più profondo dell’amicizia nei confronti di Conrad. Ora, a quasi sedici anni, Belly è intenzionata a dimostrare a tutti di essere cresciuta e di essere all’altezza dei ragazzi, soprattutto dell’attenzione di Conrad. Ma con il trascorrere degli anni, anche le cose in casa Fisher sono cambiate, e Conrad e Jeremiah non sono più solo i ragazzi spensierati di un tempo: entrambi hanno qualcosa di più importante a cui pensare, che anche Belly, alla fine, dovrà affrontare.

Dovete sapere che a me non piace il mare (o almeno come lo intendono la stra-grande maggioranza delle persone; io ho un’idea di mare che si avvicina di più a quella dei poeti del romanticismo inglese), ma L’estate nei tuoi occhi ha il potere di far sentire il sole sulla pelle, la sabbia sotto i piedi e il suono delle onde che si infrangono sugli scogli nelle orecchie.
Ero molto curiosa di leggere questo titolo perché a) ha una votazione abbastanza alta su Goodreads, b) la Piemme ha intenzione di pubblicare la trilogia in tempi brevissimi, yay!, e c) le trame di Jenny Han mi piacciono da morire! Sono trame semplici e carine, che vien voglia di leggere in estate per trascorrere qualche ora in totale libertà e spensieratezza. E L’estate nei tuoi occhi rientra in pieno in questa descrizione.
E’ un libro scorrevolissimo e piacevole, lo stile della Han fresco e giovanile. I capitoli sono così brevi che è quasi un ‘obbligo’ leggerne uno in più tanto che, senza rendersene conto, si è già arrivati alla fine. Ognuna delle trecento pagine grida estate in ogni-singola-riga, a partire dalle feste notturne alle giornate trascorse a non far nulla al bordo della piscina di casa.
Però c’è un MA. In tutta la sua piacevolezza e freschezza, alcune cose sono trattate con superficialità e freddezza. Mi sarei aspettata un libro un più coinvolgente, personaggi indimenticabili in grado di farsi amare con poco, un’estate magica, unica, fantastica. Mi sentirei di dire che la Han si è trattenuta, non ha osato… forse voleva andare sul sicuro. Questo è ciò che colpisce maggiormente il romanzo e gli tappa le ali, non permettendogli di fargli prendere il volo. Poche emozioni e sentimenti, troppi giochetti messi in scena per far ingelosire qualcuno. E troppi flashback, decisamente. Se da una parte sono stati utilissimi per scoprire il passato e i legami che uniscono Belly, Conrad e Jeremiah, dall’altra risultano eccessivi e caotici, inutili a volte.
Penso che se l’autrice si fosse mantenuta su un piano più tangibile e reale, nel qui ed ora, la storia sarebbe stata perfetta. Purtroppo l’amore di Belly appare fin troppo idealizzato, sognato, sospirato. Non è un amore che trova riscontro nella realtà, nelle interazioni tra lei e Conrad, sembra essere tutto nella sua testa.
Belly cammina sul filo del rasoio: è giovane, sì, ha voglia di divertirsi, di mettersi in gioco, di partecipare, di innamorarsi - d’altronde ha quasi sedici anni -, ma molto spesso il suo comportamento appare fin troppo infantile e capriccioso. Mi piacciono i personaggi che mantengono un’indole fanciullesca, però devono rivelarsi anche maturi quando devono esserlo. Spero, comunque, che nei seguiti Belly abbia modo di crescere e di dimostrare di essere l’adulta che dice di essere diventata.
Nella sua semplicità e nelle sue mancanze, però, è un libro che tutto sommato è riuscito a farmi trascorrere delle ore piacevoli, ovvero: ha raggiunto lo scopo per cui è nato. Forse farà storcere il naso a chi si aspetta qualcosa di eclatante, ma onestamente l’ho trovato godibile. Inutile ripetere che mi sarei aspettata qualcosina-ina-ina in più, ma la piega drammatica che la storia ha preso verso la fine mi costringe – quasi – a dover leggere almeno il seguito. (Tanto lo avrei fatto comunque perché in questo periodo sento il bisogno di leggere romanzi del genere, semplici e carini. Che sanno d’estate.)


Good. :)

11 commenti:

  1. Anche io ho dato tre stilline ma non mi è piaciuto molto :/ anche se l'idea era bellissima!! Purtroppo peggiora.. Spero che per te vada meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nu, peggiora? c.c che pizzaa.
      Anche a me l'idea piace tantissimo, speravo si riprendesse nel seguito. Staremo a vedere. >_<

      Elimina
  2. Non sapevo che lo stessi leggendo *-*
    Ho proprio voglia di un libro che sa di estate...anche perché con tutti gli esami che ho mi sa tanto che me la godrò poco, vivrò di estate riflessa xD
    Lo leggerò con poche aspettative, sperando di non odiare troppo la protagonista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti l'ho letto alla velocità della luce LOL
      Beh, secondo me è un titolo perfetto da leggere quando si hanno gli esami: scorre che è una meraviglia. *--* Dopo fammi sapere se lo leggi!

      Elimina
  3. A me è piaciuto molto, devo dire che l'ho letto con poche pretese e mi ha soddisfatto...leggerò sicuramente anche il seguito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha soddisfatto abbastanza anche me, solo avrei preferito quel qualcosa in "più" che lo avesse reso più di un semplice libro estivo. Ecco tutto. ;) Aspetto il seguito anche io!

      Elimina
  4. Mmmm... cioè, lei si chiama Belly... come "pancia"?
    La trama è semplice e sembra carina abbastanza da farsi leggere in spiaggia, ma penso che non lo leggerò in tempi brevi... al momento gli YA non mi attirano tanto, quindi Pancia dovrà aspettare un po' xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il diminutivo di Isabelle v_v mi hai fatto morire, Laura!
      E' molto young, sì, anche se la fine assume sfumature drammatiche. E' ottimo da leggere in spiaggia, ma se per ora non ti attira passa ad altro. :))

      Elimina
  5. A me ispira un sacco e la tua recensione mi fa ben sperare anche se le cose trattate con superficialità o non approfondite e tirate via mi fanno venire le bolle :D
    Le mie aspettative non sono altissime quindi lo prenderò per come hai consigliato anche tu, per avere qualche ora di compagnia e godermi una lettura tranquilla :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ps: ma questa grafica nuova è bellissimaaaaaa *-*

      Elimina
    2. Se lo prendi con questo spirito non ti deluderà affatto, anzi! E poi chissà, potrebbe piacerti, e anche tanto. :)
      Ps: ma grazie mille. >_<

      Elimina

Ti ringrazio per il tuo pensiero. ♡