mercoledì 9 luglio 2014

RECENSIONE: If I stay e Where she went di Gayle Forman

Buona sera a tutti voi, fanciulli, che passate di qui e continuate a seguirmi nonostante sia una cattiva blogger. c:
Oggi vi lascio una nuova recensione - una D O P P I A recensione - che spero possa farmi perdonare della mia inettitudine. Sono riuscita a postarvela per il rotto della cuffia (?) perchè sto per uscire, ma ci tenevo tanto a lasciarvi qualcosa in cui parlo di libri che mi sono piaciuti.
PS: domani rispondo a tuuutti i vostri commenti, giurin giurello.

If I stay [ENG]
Where she went [ENG]
Resta anche domani di Gayle Forman

Editore: Speak (2 Aprile 2009 / 5 Aprile 2011)
Pagine: 262, 274
Prezzo: € 7.42, € 7.25
Non ti aspetteresti di sentire anche dopo. Eppure la musica continua a uscire dall'autoradio, attraverso le lamiere fumanti. E Mia continua a sentirla, mentre vede se stessa sul ciglio della strada e i genitori poco più in là, uccisi dall'impatto con il camion. Mia è in coma, ma la sua mente vede, soffre, ragiona e, soprattutto, ricorda. La passione per il violoncello e il sogno di diventare una grande musicista, l'ironia implacabile di Kim e la scazzottata che ha inaugurato la loro amicizia, l'amore di un ragazzo che sta per diventare una rockstar e la prima volta che, tra le sue mani, si è sentita vibrare come un delicato strumento. Ma ricorda anche quello che non troverà al suo risveglio: la tenerezza arruffata di suo padre, la grinta di sua madre, la vivacità del piccolo Teddy, l'emozione di vivere ogni giorno in una famiglia di ex batteristi punk e indomabili femministe. A tanta vita non si può rinunciare. Ma cosa rimane di lei, adesso, per cui valga la pena restare anche domani?

My rolling thought
Mi rendo conto adesso che morire è facile. E' vivere che è difficile.
Vi è mai capitato di essere stalkerati da un libro? Non intendo voi che stalkerate un libro, ma proprio il libro che stalkera voi: una volta che lo vedi, sbuca da tutte le parti. A me è successo con If I stay: l’ho visto, l’ho messo in wish list e poi ha iniziato a spuntare o v u n q u e. Continuavo a ripetermi che prima o poi l’avrei letto, ma il colpo di grazia me l’ha dato il *meravigliosissimo* trailer del film. L’ho visto, ho avvertito qualcosa, ho ordinato il libro la stessa sera e l’ho letto non appena mi è arrivato. Me ne sono innamorata. Poi ho ordinato Where she went, l’ho letto, mi sono innamorata di nuovo e ora ho ancora i brividi.

If I stay è la storia di Mia, una normale ragazza di diciassette anni che condivide con la sua famiglia la grande passione per la musica. Grazie alla musica ha trovato Adam, la sua anima gemella con la chitarra sempre in braccio, così apparentemente diverso da lei, ma allo stesso tempo così simile. A differenza loro, però, il suo vero io è rappresentato dalla musica classica e la voce attraverso cui riesce ad esprimere se stessa è il suono del violoncello. Una mattina d’inverno, la macchina su cui viaggia con la sua famiglia viene travolta da un camion, e l’unica cosa che continua ad essere è la musica. Mia si risveglia fuori dal suo corpo e scopre di essere in coma. Osservando la realtà dal suo solitario punto di vista, ha inizio il suo viaggio fra presente e passato, la sua lotta tra il tornare in vita fra coloro che le sono rimasti e che la stanno aspettando o il lasciarsi andare ai ricordi e raggiungere la sua famiglia.
If I stay è uno di quei romanzi che sprigiona un’ aura di infinita tristezza che però non è del tutto negativa. Non è un libro facile, ma sa parlare di dolore, perdita e tristezza in un modo estremamente dolce ed emozionante, che porta a far riflettere insieme a Mia sull’interrogativo che la accompagna per tutte le duecentosessantadue pagine: e se restassi? Leggere i suoi pensieri, le sue riflessioni, le sue emozioni e le sue paure rende partecipi e vicini al suo dolore, al suo animo dilaniato tra il restare o l’andar via. I suoi ricordi fanno sorridere, emozionare, commuovere. Tutti i personaggi sono persone reali, così come il grande affetto che non si può fare a meno di provare nei loro confronti. Lo stile di Gayle Forman è così semplice e scorrevole che accarezza con la leggerezza di una piuma, riuscendo a far apprezzare con estrema naturalezza le parole uscite dalla sua penna.

Where she went è la storia di Adam, il ragazzo di  Mia, che tre anni dopo ha realizzato il suo sogno di diventare una rockstar famosa in tutto il mondo. Solo che Mia ora non c’è più. Ha smesso di scrivergli improvvisamente un giorno qualunque di tre anni prima, dopo essersi trasferita a New York per frequentare la Juilliard e inseguire il suo sogno, diventando una violoncellista affermata. Anche se Adam ha tutto ciò che desidera, la musica non è più fonte di gioia e di benessere, la band non è più la sua famiglia, si sente fuori da tutto e da tutti. La sua vita ha perso qualunque significato. Mentre sta pensando di lasciare seriamente la band, una sera, si imbatte in Mia… e nella possibilità di ritrovare se stesso.
Leggere Where she went è stato un po’ come raggiungere la meta di un cammino iniziato con If I stay, chiudere un cerchio che porta al punto in cui tutto è iniziato ma su un gradino superiore, passando attraverso il dolore e la sofferenza per capire chi si è e cosa si vuole fare della propria vita. Se If I stay è la storia di Mia, Where she went è la storia di Adam a tutti gli effetti: come è stato per lei, anche lui intraprende un viaggio nei ricordi, tra presente e passato, negli abissi più profondi della sua anima per riuscirne profondamente modificato, nuovo e consapevole al mondo e del mondo che lo circonda. Ancora una volta lo stile di Gayle Forman si è rivelato semplice e delicato, pieno di immagini con una carica emotiva stravolgente.

Non posso fare altro che consigliarvi la duologia di Gayle Forman perché sono sicura che vi piacerà. E’ una storia che, nonostante parli di morte, dolore e sofferenza, racchiude in sé tanta vita e speranza, e che suggerisce di come l’amore possa guarire le ferite dell’anima.
Ho assegnato quattro stelline a If I stay e cinque a Where she went. La media finale dovrebbe essere quattro stelline e mezzo ma, ehi, lasciatemi barare un pochino. c: Alla fine del post vi lascio il trailer: guardatelo, se non l’avete ancora fatto, perché è, brrr, bellissimo.
Hai mai sentito di quel cane che ha passato tutta la vita a rincorrere le macchine e quando ne ha finalmente presa una-non sapeva cosa farne? Io sono quel cane.
★ ★ ★ ★ ★
Wonderful. *^*

37 commenti:

  1. Mi ispirano tantissimo! E le cover inglesi sono bellissime**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho le brossura e, oltre a costare poco, sono carinissime e morbide. ♡
      Se leggi in inglese te lo consiglio, oltre a consigliarti proprio i libri per la storia. :3

      Elimina
  2. Tesoroooooooo, ma quando mai sei una cattiva blogger? Devi smetterla di dire stupidate e ricordarti di rispondere ai messaggi di whatsapp e non solo ai commenti xD

    Io ho letto solo Resta anche domani e mi è piaciuto moltissimo, spero sempre che la Mondadori (con l'uscita del film) decida di portare in Italia anche il secondo... sono speranze vane le mie? :(

    Un bacione tesoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero anch'io che la Mondadori pubblichi anche il secondo. :( Forse con il film ristamperà il primo con la cover come il cartellone, tipo la nuova edizione in lingua. Visto che hanno pubblicato anche l'altra duologia, è un peccato lasciare questa a metà.

      Elimina
    2. Sì ho chiesto info, l'altro giorno è arrivata la mail in cui avvisano che ripubblicano il primo e così ho chiesto e mi è stato detto che nel 2015 pubblicheranno anche il secondo *____*

      Elimina
    3. Ho appena letto entrambe le notizie e non posso essere più felice. *---* Sono due libri bellissimi e il secondo merita così come il primo! Mi raccomando, leggilo. *w*

      Elimina
  3. Io ho il primo da leggere prestissimo ^^ Angelica me l'ha consigliato un sacco dei volte ^^ e vedo che non è l'unica follemente innamorata di questo libro :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso fare altro che dirti di seguire il consiglio: ha perfettamente ragione. :3 Buona lettura. *^*

      Elimina
  4. Vorrei leggerli entrambi e vorrei vedere il film, solo che già immagino le lacrime.. già il trailer fa piangere! (:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il trailer è bellissimo ed è stato capace di farmi ordinare il libro immediatamente *^* se riesci, leggi anche il libro perchè Gayle Forman scrive benissimo.

      Elimina
  5. Oddio io quasi quasi ho pianto dopo aver visto il trailer, figuriamoci leggere il libro o vedere il film D:
    Devo assolutamente leggerlo! Prevedo che sarà una di quelle letture speciali, indimenticabili *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero?? c.c Dà i brividi, quel trailer. *^*
      Leggili tutti e due, spero possano piacerti. :3

      Elimina
  6. finito dritto dritto nella mia wish-list :P

    RispondiElimina
  7. Io ho adorato Resta anche domani. Mi è proprio entrato dentro, non saprei come in altra maniera poter descrivere questa sensazione. Ancora oggi, a distanza di giorni e giorni, settimane, sento ancora la mancanza di Mia. Ho deciso di saltare la tua opinione riguardo a Where she went perchè non vorrei rovinarmi la sorpresa e ho sempre il timore di incappare in qualche spoiler... ma perchè diavolo non lo traducono in Italia? Che rabbia ragazzi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In genere non faccio spoiler - e se li faccio, avverto -, ma hai fatto benissimo a saltare la parte su Where she went. Lo faccio anche io, soprattutto con i sequel di libri che mi sono piaciuti perchè voglio leggerli senza conoscere nemmeno la trama.
      Per If I stay, hai ragione: quando finisce, ti rimane comunque dentro e non se ne va. Quando prendi in mano Where she went ritorna tutto, te lo assicuro. E' una storia bellissima.
      Eh, guarda, io ormai non mi fido più di nessuno. Però qualcosa potrebbe smuoversi con il film. E' già successo, non demordiamo. c:

      Elimina
  8. Mm..ma lo sai che mi hai convinta?! Ti capisco perfettamente perché ultimamente questo libro perseguita pure me, mi ritrovo questa cover davanti agli occhi ovunque vada, però mi sono sempre rifiutata di cedere alla tentazione di leggerlo per paura di soffrire troppo :'( Ma adesso...ma sì via, lo metto definitivamente in wishlist =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aw, sono contenta di averti convinta. c:
      E' una storia bellissima e sì, fa soffrire, ma non solo in senso negativo, anche in positivo. Trasmette tanta speranza e forza. :3

      Elimina
  9. Devo leggere a tutti i costi Where she went! La fine di If I Stay mi ha lasciata troppo con il fiato sospeso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaaah! Devi leggerlo per forza, così è come se ti mancasse un pezzo perchè si completano a vicenda. >///<

      Elimina
  10. Questo libro stalkererà anche me, lo so! Subito in wishlist :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha ha ha, w lo stalker da parte dei libri! X3

      Elimina
  11. Aww *^* ho letto solo il primo pezzo U_U questo libro stalkera anche me :s mi sa che dopo questa tua recensione lo ordino anche io a breve! E di sicuro ordinerò in lingua visto che il secondo da noi non è uscito... e beh hai proprio ragione... quel trailer è l'ammmore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio anch'io di prenderli in lingua, così conosci la vera Gayle Forman. *^*
      Spero possano piacerti tanto tanto tanto. :3
      Oh, il trailer! Voglio assolutamente vedere il film.

      Elimina
  12. E' un po' che penso di leggere questo libro, ho visto un po' di tempo fa il trailer del film ed è stato tipo wow *-* quindi credo che, non so ancora quando, lo leggerò perché mi ispira e mi sento attirata dalla storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che il trailer ha colpito un po' tutti. :D Bene bene, perchè è fantastico. u-ù
      Spero riuscirai a leggerlo presto.

      Elimina
  13. Quando ne ho sentito parlare la prima volta, If I Stay mi ispirava tantissimo, adesso molto meno, nonostante ne senta parlare bene... forse per me è il periodo sbagliato per questo tipo di libri, spero che un giorno mi venga l'ispirazione di leggerlo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Massì dai, forse è solo il periodo che non è adatto, pensala così! Sicuramente ogni libro ha il suo momento, spero che il suo, per te, arrivi presto. :DD

      Elimina
  14. Recensione stupenda!Quanto ho amato questi due libri *__* Ora sono curiosissima di vedere il film (anche se prevedo fiumi di lacrime xD), sperando che renda giustizia al romanzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo il trailer fa piangere, non oso immaginare tutto - T U T T O - il film. D: Se rimane fedele al libro, sarà la nostra fine!

      Elimina
  15. Capisco benissimo la sensazione che un libro ti stalkeri, mi è capitato fin troppe volte! E di solito è sempre finita in positivo, come con te :')
    Non ho letto nessuno dei due libri, ma tengo d'occhio If I Stay da parecchio tempo e, come te, sono rimasta davvero colpita dal trailer strappalacrime. Dopo la tua recensione poi come faccio a non correre a comprarlo? **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, quando un libro ti stalkera e poi, dopo averlo letto, te ne innamori, è una cosa bellissima. *--* Spero succeda anche a te con If I stay perchè è meraviglioso c_c e il trailer pure. c///c

      Elimina
  16. simon_93@hotmail.it21 settembre 2014 12:34

    Ciao a tutti, volevo un consiglio..
    Sono rimasto colpito dal trailer del film, xo ho notato che in città nessun cinema trasmette il film, e allora ho deciso di comprarmi il libro(prima di vedermelo in streaming)
    Ora però sto facendo molta confusione con le copertine tra l edizione italiana e quella in lingua originale: il libro "if i stay"che ha la ragazza in copertina è solo in inglese? Poi ho visto che l edizione italiana ha avuto una ristampa cn la copertina uguale alla locandina del film: è la stessa cosa? E la copertina italiana della prima stampa è quella azzurra? Non c'è l edizione italiana con la copertina con la ragazza?
    Abbi pazienza illuminami :p grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao. :D
      Ora ti spiego, è molto semplice:
      - La prima edizione in italiano del libro è quella con la copertina azzurra che vedi all'inizio del post;
      - La ristampa italiana vede la locandina del film in copertina;
      - La prima edizione in inglese del libro è uguale alla prima edizione italiana (quella con la copertina azzurra);
      - Le brossura delle edizioni in inglese sono quelle in piccolo che vedi nel post;
      - La ristampa in inglese vede la locandina del film in copertina (come hanno fatto anche qui da noi).
      Spero di esserti stata di aiuto, per qualunque cosa chiedi pure. :3 E anch'io non vedo l'ora di vedere il film!

      Elimina
    2. simone calvanico24 settembre 2014 19:33

      Grazie mille, sei stata esaustiva :)) un bacio

      Elimina
  17. Sai se "Where she went " è stato tradotto in italiano?

    RispondiElimina
  18. Vi prego..potete dirmi dove posso vedere "resta anche domani" in streaming? Sono disperata. .ho letto il libro e Non so come rivedere il film , siccome è gia uscito nelle sale il 18 settembre

    RispondiElimina

Ti ringrazio per il tuo pensiero. ♡