domenica 12 ottobre 2014

RECENSIONE: Attraverso il fuoco di Josephine Angelini

Buona domenica a tutti :)
Oggi ha inizio il BLOGGER LOVE PROJECT, e vorrei partire con il piede giusto in questa seconda edizione dell'iniziativa. Uno dei miei propositi è quello di scrivere più recensioni possibili, recuperando tra quelle che ho in arretrato i titoli di cui voglio assolutamente parlarvi. Questo si collega direttamente al mio proposito del mese scorso, quello di continuare a postare recensioni. Ho deciso di non creare un post con i miei obiettivi per un semplice motivo: li inserirò in sidebar così da tenerli sempre sotto gli occhi, come monito e incentivo ad impegnarmi. *Veronica e i suoi giochetti psicologici. è-è*
Il libro di cui vi parlo oggi è Attraverso il fuoco di Josephine Angelini. Lasciatemi i vostri pareri perché, come vi accorgerete, sono rimasta delusa da questo libro e vorrei discuterne con voi. :(

Attraverso il fuoco
Trial by Fire di Josephine Angelini

Editore: Giunti Y (17 Settembre 2014)
Pagine: 416
Prezzo: € 16.50
Finalmente è arrivato il momento che Lily aspettava da una vita: Tristan, il ragazzo più bello e corteggiato di Salem, l’ha invitata alla festa del liceo. Proprio lei, timida e impacciata, che non ha mai partecipato a un party a causa delle devastanti crisi allergiche di cui soffre. Ma quando alla festa Tristan bacia un’altra ragazza, Lily viene scossa da violente convulsioni proprio di fronte a tutti i suoi compagni di scuola. Dopo questa insopportabile umiliazione vorrebbe solo sparire… E se il suo desiderio si avverasse? Improvvisamente risucchiata in un mondo parallelo, dominato da creature spietate, Lily si ritrova faccia a faccia con la perfida Lillian, la Strega di Salem, identica a lei, solo diabolica. Con l’aiuto dell’affascinante Rowan, scoprirà a poco a poco di possedere poteri straordinari e mentre l’attrazione fra lei e il ragazzo diventa innegabile, la furia di Lillian esplode come un tornado e lo scontro con la potentissima gemella non può più essere rimandato: riuscirà Lily a sconfiggere le forze del Male visto che la sua acerrima nemica è proprio... lei stessa?

My rolling thought
Gli universi si diramano in mille direzioni, come un albero gigantesco. Ogni scelta che facciamo è come un bivio che ci obbliga a decidere se andare a destra o a sinistra, dando origine a due nuovi universi che emergono gorgogliando, come spuma di mare. In un universo scegliamo una direzione; nell’altro scegliamo quella opposta. Ed è così per ogni scelta che facciamo.
Josephine Angelini, cosa-mi-hai-combinato?
In tutta sincerità non mi aspettavo proprio di ritrovarmi a scrivere una recensione negativa per Attraverso il fuoco. Perché? PERCHE’?? Perché è successo??? Desideravo leggere questo libro tantissimissimissimo, non vedevo l’ora di averlo tra le mie mani! Tutti i commenti positivi letti in attesa del mio pacco mi hanno fatto letteralmente impazzire e diventare verde dall’invidia perché io non potevo leggerlo! Ohmiodio, mi sto rendendo conto solo ora della portata della mia delusione. La trilogia Starcrossed mi è sinceramente piaciuta e ci sono affezionata, ma questo non l’avevo proprio previsto, la delusione non era stata neanche lontanamente contemplata!
Ma andiamo per gradi.
L’inizio del romanzo non mi ha fatto né caldo né freddo: Lily è nel suo mondo, parla di sé e delle sue allergie, della sua famiglia e dei problemi che stanno affrontando, del suo migliore amico Tristan e di quella che si potrebbe definire la sua relazione con lui. Insomma, commenti del tipo: carino, passabile, le cose possono solo migliorare, siamo solo all’inizio, no? Poi Lily viene trasportata nell’“altra Salem”… e qui comincia il bello, direte voi. Beh, me lo sono detto anch’io. E invece no. O almeno, all’inizio sì. Ho iniziato a seguire la storia con maggiore interesse, le dinamiche di questo universo parallelo hanno iniziato a ravvivare il mio interesse e a incuriosirmi, ma poi, arrivata nemmeno alla metà, ho subìto una battuta d’arresto. Ho iniziato a trovare il tutto noioso e pesante, i dialoghi mi irritavano, l’attenzione è scemata, e ho dovuto trascinarmi fino al punto finale.
Mentirei se vi dicessi che non riesco a comprendere il motivo per cui è successo tutto questo, perché lo so. E purtroppo ciò che non mi è piaciuto colpisce dritto in faccia gli aspetti che ho adorato di questo romanzo. Potrebbe sembrare strano associare concetti come “deludere” e “adorare”, ma è successo.
Il carattere e la personalità di Lily, all’inizio del romanzo, hanno fatto breccia nel mio cuoricino. Non mi sono mai, e dico MAI, imbattuta in una protagonista vegana e con a cuore l’ambiente. L’ho presa subito in simpatia, ma poi incontra Rowan e ciao. Dei personaggi di cui ho letto, non sono riuscita a farmene piacere fino in fondo nemmeno uno, e l’ho trovo molto molto strano dal momento che in Starcrossed ce ne sono stati parecchi. Non li ho trovati convincenti, seri, veri fino in fondo, sembravano messi lì a caso il più delle volte. Se poi penso a Tristan mi sento male: di lui ce ne sono due, e nessuna delle due versioni mi è piaciuta. Avrei potuto patteggiare per Lillian, la cattiva della situazione, ma, ehi, lei compare giusto un paio di volte. Di lei si parla, ma non si rivela mai in tutta la sua cattiveria e crudeltà.
Salem, oh Salem. La Salem dell’altra dimensione è fantastica: in bilico tra passato e presente, fanno capolino elementi tipicamente Medievali uniti a quelli caratteristici dell’architettura moderna, profondamente sviluppata ma anche tanto selvaggia. Affascinante, se non fosse per il fatto che è anche tutto leggermente confuso: vuoi che ci sia il frigorifero in una cucina d’ultima generazione o quasi? D’accordo, ma poi non venirmi a dire che l’acqua si deve sterilizzare. In poche parole, non credo ci sia stato quell’equilibrio perfetto tra elementi del passato e del presente che avrebbe reso il tutto convincente.
L’idea che sta alla base dell’intera serie - streghe e universi paralleli - mi piace da impazzire, ma il modo in cui è stata sviluppata non mi ha convinta. Personalmente, non ho trovato fluido il racconto delle vicende perché è come se gli eventi non si amalgamassero bene tra di loro: succede questo, questo e quest’altro.
So che è il primo volume di una trilogia, so che molto probabilmente quelli su cui mi sono soffermata sono dettagli, ma sono proprio questi ad avermi delusa così tanto. Se c’è una cosa che non mi ha delusa, sono le idee meravigliose e innovative di Josephine Angelini. Così come adoro l’associazione streghe-universi paralleli, adoro il modo in cui si parla di scienza e stregoneria, senza dimenticare il messaggio ambientalista. Ma sono proprio i dettagli che vanno ad intaccare queste splendide idee, che avrebbero potuto dar vita ad un romanzo strepitoso e unico. Andiamo, così come non ho mai trovato un romanzo young adult in cui la protagonista sia vegana, non ho mai trovato un romanzo young adult in cui ci fosse un così forte messaggio ambientalista.
Non mi sarebbe costato nulla dare tre stelline a Attraverso il fuoco perché sono sicurissima che la stragrande maggioranza di voi lo ameranno, ma il mio cervello ha lavorato troppo soffermandosi su tutte quelle cose poco credibili che non ha digerito e non posso mentire a me stessa. La delusione c’è stata, è innegabile.
Prima di concludere definitivamente, mi dispiace se questa recensione non è una recensione, e se sono sembrata dura, non voglio attaccare nessuno, sono solo delusa. Spero che i prossimi volumi recuperino le mancanze di questo qui, perché continuerò la sere. Voglio dare fiducia alla Angelini.

★ ★ ½ ☆ ☆
Meh. :/

14 commenti:

  1. Io non avevo mai letto niente della Angelini, ma purtroppo questo libro mi ha delusa e non mi è piaciuto proprio come è successo a te... non sono riuscita ad apprezzare i personaggi nemmeno io... e nemmeno la storia... ma io non ho nemmeno apprezzato anche tutte le idee che dovevano essere innovative o originali perché era tutto talmente confuso e pasticciato che non ci sono proprio riuscita XD
    Ma sai per il fatto di Lily vegana etc... sai che ho avuto l'impressione che fosse una cosa forzatissima? È stata una delle cose che non mi son piaciute nel libro XD ma non perché io abbia qualcosa contro vegani vegetariani o ambientalisti... ma proprio perché, per come veniva propinata la cosa, sembrava una forzatura, una cosa non spontanea XD e dunque mi ha irritato un sacco U_U
    E concordo anche per Lillian... le poche frasi che ci sono del suo pov all'inizio erano l'unica cosa che mi avevano fatto ben sperare... ma poi per il resto non si vede più -_- e la sua storyline non viene proprio sviluppata .-.
    D’accordo, ma poi non venirmi a dire che l’acqua si deve sterilizzare.
    La stessa cosa che ho scritto io nella mia review... cioè dai... seriously?! Come anche la schiuma da barba XD loro hanno la schiuma da barba! Ah e non hanno pistole né armi tecnologiche... ma la granata sì XD per non parlare della pasta e fagioli e peperoni ripieni che si cucinano nel tempo di una doccia U_U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, io le idee continuo ad apprezzarle ancora nonostante tutta la confusione e il pasticcio che la Angelini ha combinato. Questo ha influito sicuramente sul mio giudizio, ed è il motivo per cui ne sono rimasta così delusa. :(
      Per quanto riguarda Lily: capisco a cosa ti riferisci! All'inizio il fatto di aver trovato una protagonista di questa pasta ha offuscato tutto il resto, ma a lungo andare ha scocciato anche me, e non solo per il modo in cui si pone. :/
      E Lillian: che cavolo, avrei potuto adorarla, in mezzo a tutti questi non-personaggi. Avrei voluto una Lillian più cattiva, più presente, più e basta. Si parla tanto di lei, ma alla fine... booh.
      Lasciamo perdere tutti i buchi e le incongruenze. Mi vengono i nervi solo a pensarci. :/

      Elimina
  2. çwwç io voglio leggere questo libro, ma per il momento ho letto recensioni solo negative. Vedrò..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad averle lette prima queste recensioni negativa ç.ç io ho trovato solo quelle positive.
      Comunque non sconsiglio a priori il libro, se ti capita tra le mani dagli un'opportunità. :)

      Elimina
  3. Non ho mai letto nulla di questa autrice, ma desideravo leggere Attraverso il fuoco. Ho letto, da quando è uscito, però purtroppo già diverse recensioni negative e penso non sia solamente un caso. Da un lato vorrei toccare con mano ma poi penso al mio blocco del lettore e penso che forse non sarebbe il massimo tentare la sorte con un libro che sulla carta al 50% potrebbe non piacermi. Anche se ammetto che sento aria di sfida, soprattutto perché spesso se un libro non mi piace non riesco a finirlo e quindi le mie recensioni sono mediamente quasi tutte abbastanza positive. Non so se hai capito il mio concetto XD comunque la tua recensione mi è piaciuta perché mi ha fatto capire di più. Thank you darling :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmm, sento di dirti che potresti concedergli un'opportunità. :3 Non ho letto tantissime recensioni negative, al contrario! Non so se hai ancora il tuo blocco, ma davvero, ti consiglio di provare a leggerlo. c:

      Elimina
  4. Nooooo, a me è piaciuto tantissimo!! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so Frannie, ci speravo anch'io. >-<

      Elimina
  5. Questa è una recensione con i fiocchi! Altroché! Non pensavo di leggere questo libro prima e tantomeno lo penso adesso, perciò per tutta la lettura mi sono soffermata sulla tua recensione e su come esponevi i tratti negativi. La trovo una recensione severa, ma giusta, negativa, ma pur sempre rispettosa. Io credo che tu sia molto brava a recensire, tanto che le tue recensioni sono le uniche che riesco veramente a leggere fino in fondo senza mai stancarmi! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio Anto, ti ringrazio tantissimo per questo commento. *w*
      So che le mie recensioni sono sempre lunghe, ma non riesco a limitarmi a poche righe perché poi sento di non aver detto tutto ciò che mi passa per la testa. Ci provo, ma non ci riesco. :/ Alla fine mi dico sempre "chissene, devo dire quello che penso, anche se per esprimere un concetto uso ottanta milioni di parole, ma almeno sono sicura che il messaggio passi - o almeno credo".

      Elimina
  6. Sono nuova nel mondo della blogosfera e questo è il mio primo commento al tuo blog (non riesco a trovare il tasto per iscrivermi, potresti spiegarmelo, per piacere?). Ho letto di questa iniziativa che mi ha subito incuriosita e vedo che hai già cominciato XD
    Personalmente non ho amato Stacrossed, anzi, l'ho proprio odiato! Ma questo libro mi incuriosiva, anche se questa è già la seconda recensione negativa che leggo. Secondo me la Angelini crea delle buone trame, ma le sviluppa maluccio :/ tra l'altro la questione dell'allergia mi riporta un po' ai crampi che aveva Helen, a te no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta. :D
      Arrivo in ritardissimo, ma ti ringrazio per il commento! Per iscriverti basta solo cliccare 'unisciti a questo sito' nella colonnina di sinistra.
      Guarda, mi sono accorta che a chi è piaciuto Starcrossed, Attraverso il fuoco non ha convinto; mentre chi non ha apprezzato Starcrossed, Attraverso il fuoco è piaciuto. Poi ci sono un paio di casi a cui la Angelini non ha convinto e basta.

      Elimina
  7. Uuuuuhm.Questa serie mi ispira così così e finora ho letto recensioni parecchio tiepide :/ Uuuuuh,. Non lo so, vedremo xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me è un libro che, se non lo leggi in prima persona, non riuscirai mai a dire "non fa per me". Non so, a me non ha convinto, ma non mi sento di sconsigliarlo. :3

      Elimina

Grazie! Risponderò presto al tuo commento. (◠﹏◠✿)